Login amministrazione

Bentornato, commerciante. Efettua il login per amministrare la tua pagina

Importante

Caro commerciante,
tra qualche giorno ripartiremo con l'invio delle newsletter promozionali a tutti i nostri iscritti, che grazie alla vostra partecipazione al concorso "Dimmi chi ti porta" ha raggiunto numeri elevati.
Hai pensato ad una nuova promozione per la tua attività?
Non sai come fare o non hai mai avuto tempo per creare una promozione?
Ora puoi contattarci per una consulenza gratuita, ti aiuteremo e ti guideremo passo passo durante la creazione.
Non perdere quest'occasione, scrivi a: assistenza@distrettomorusalba.it per fissare un appuntamento telefonico.

Distretto Morus Alba

Baraca Festival 2015 - Rassegna internazionale di burattini dal 26 maggio al 21 giugno

La tradizione vuole che tre importanti personaggi della cultura popolare del nostro paese siano nati in terra bergamasca: Arlecchino in Valle Brembana, Brighella sul colle di Bergamo Alta e Gioppino a Zanica. In particolare, la figura di Gioppino, i cui tratti del carattere corrispondono a molte qualità della popolazione bergamasca, sarà per diversi giorni al centro dell'attenzione di burattinai e pubblico: prende il via la prima edizione “BARACAFESTIVAL - Rassegna Internazionale dei Gioppini" con spettacoli di burattini che invaderanno le piazze dei paesi di Azzano S. Paolo, Grassobbio, Orio al Serio, Stezzano e Zanica, che insieme costituiscono il Distretto del Commercio Morus Alba.

Domus Bergamo (Piazza Dante) - Martedì 26 maggio

Inaugurazione ufficiale Baracafestival ore 11.00

Il Distretto del Commercio Morus Alba, alla presenza delle autorità, dei partner e di tutti coloro hanno contribuito alla realizzazione del Festival, presenta e inaugura ufficialmente il BARACAFESTIVAL 2015.

Il nostro eroe e protagonista Gioppino, e con lui Arlecchino, Brighella e Pacì Paciana, grazie al regista e attore Bruno Ghislandi e alla partecipazione straordinaria del burattinaio bergamasco Pietro Roncelli e dei suoi burattini, presenta il calendario degli spettacoli del Baracafestival e delle attività culturali ad essi collegate.

È un’occasione, attraverso la rappresentazione di alcune scene appartenenti alla tradizione bergamasca, per rivalutare le nostre maschere popolari, con l’intento di valorizzare il vasto territorio adiacente al luogo dove la tradizione attribuisce i natali al famoso contadino trigozzuto: un eroe arguto, dotato di uno spiccato senso della giustizia e così attento alle necessità degli ultimi, tanto da farsi in quattro per riscattare la dignità di colui che soffre.

Azzano San Paolo - Venerdì 5 giugno

Il ritorno di Arlecchino ore 18.00
Parco della Pace
Compagnia IL RICCIO (Bergamo)

Oneta è il più forte centro energetico della terra e un mago vi si installa per compiere esperimenti e magie: si appropria della casa di Arlecchino, il quale decide di tornare da Venezia per riprendersela. Il mago fa di tutto per tenerlo lontano ma con astuzia e intelligenza, Gioppino e Gianna aiutano Arlecchino nell’impresa di affrontare diversi incantesimi. Grazie alla loro generosità, i tre amici lo trasformano infine in un mago buono.

La càrica di méla e ü ore 21.00
Piazza IV Novembre
Compagnia Stabile ”Il teatro del Gioppino” (Zanica)

Nel 1859 l’ingresso a Bergamo di Garibaldi provoca la fuga delle truppe austriache da Città Alta. Gli effetti di questo episodio storico si ripercuotono sulla quotidianità di un villaggio contadino posto ai margini della città, proprio nei giorni in cui, tra i cortili del piccolo paese, si aggira un burattinaio che incoraggia la popolazione a ribellarsi contro il dominatore straniero. Si pongono così le condizioni per la successiva formazione della grande spedizione dei Mille. In questo contesto si sviluppa una deliziosa storia d’amore, che accentua il desiderio di coronare sogni di emancipazione e libertà. La commedia dialettale musicale contempla la presenza in scena di venti attori e una moltitudine di pupazzi e burattini, tra i quali l’immancabile Gioppino.

In caso di maltempo: Centro sportivo comunale (Via Stezzano)

Stezzano, Villa Comunale (Piazza Libertà) - Sabato 6 giugno

IN PIÙ: La Pro Loco di Stezzano proporrà una passeggiata nel passato, tra le sale e gli affreschi di Villa Maffeis (Villa Comunale). Lungo il percorso sarà allestita una mostra con foto storiche di Stezzano, grazie al supporto del Gruppo di ricerca “Stezzano la Storia”. Le visite si svolgeranno dalle 20 alle 22.30.

Gioppino e il Mago Parpaglione ore 18.00
Associazione “Ol Giopì de Sanga” (Bergamo)

Il mago Parpaglione pretende di sposare Dorina, la figlia del re, e minaccia, in caso di rifiuto del padre, di servirsi dei propri poteri per raggiungere l’obiettivo. Nascosta nel convento di Frate Gaudenzio, la principessa è poi scoperta e reclusa finché lei ceda al matrimonio. Gioppino e Brighella manderanno all’aria il diabolico piano e il mago capirà che contro il bastone di Gioppino i poteri magici non servono a nulla.

C’era 2 volte un piede ore 21.00
Veronica Gonzalez (Argentina)

L’artista argentina veste e trasforma mani, braccia, gambe, ginocchia e piedi in fantastiche creature che, nei brevi racconti pieni di ritmo, poesia e divertimento, sanno conquistare la simpatia e l’ammirazione del pubblico.

In caso di maltempo: Auditorium di Stezzano

Grassobbio, Via Roma - Domenica 7 giugno

IN PIÙ
- ore 17.00 - visita guidata A Palazzo Belli a cura dottor Lorenzo Mascheretti
- ore 20.00 - visita guidata A Palazzo Belli a cura dottor Lorenzo Mascheretti
Le visite guidate sono promosse dalle Associazioni Aido e Avis di Grassobbio con possibilità di visita alle rispettive sedi e del Museo delle guerre dei Combattenti & Reduci.

C’era 2 volte un piede ore 16.00
Veronica Gonzalez (Argentina)

L’artista argentina veste e trasforma mani, braccia, gambe, ginocchia e piedi in fantastiche creature che, nei brevi racconti pieni di ritmo, poesia e divertimento, sanno conquistare la simpatia e l’ammirazione del pubblico.

Gioppino alla corte del Re di Persia ore 21.00
Pietro Roncelli (Bergamo)

Gioppino, senza un lavoro ed affamato, non sa più cosa fare per sbarcare il lunario. Fortunatamente per lui, un mago buono gli compare dinnanzi e, sapendo che Gioppino è un uomo generoso, forte e coraggioso, lo conduce in Persia per liberare la principessa Rosaura, rapita da un malefico mago. Gioppino parte per la Persia a bordo di un tappeto volante. Lì, grazie ad un magico talismano ed al suo bastone, riuscirà finalmente a liberare la povera Principessa.

In caso di maltempo: Sala polivalente presso Bocciofila (Via Zanica)

Stezzano, Cascinetto (Via Mascagni) - Sabato 13 giugno

Gioppino e le maschere bergamasche ore 15.00 - 18.30
tradizione popolare e contemporaneità

CONVEGNO | “Cascinetto”, via Mascagni, Stezzano

Intervengono Albert Bagno, burattinaio e studioso; Giusi Bonacina, docente e studiosa; Eugenio De Giorgi, attore; Remo Melloni, storico del teatro; Maria Gabriella Lay, Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO/ONU).
Con la partecipazione dei burattini e delle marionette di Virginio Baccanelli, Massimo Gambarutti e Pietro Roncelli.

Gioppino e la principessa stregata ore 20.30
Burattini Baccanelli (Bergamo)

Al castello di re Gustavo fervono i preparativi per le nozze tra Arlecchino e la Principessa Maristella. La strega Maccherona vuole impossessarsi del regno e infligge un maleficio sulla povera fanciulla. Gioppino, con l’aiuto dei bambini e dell’immancabile bastone, costringerà la strega a sciogliere il maleficio, riportando così serenità e allegria al castello.

Assolo - Sinfonia di fili per marionettista solista ore 21.30
Le marionette Gambarutti (Bergamo)

Come una classica sinfonia musicale, lo spettacolo è diviso in movimenti, ora lenti, ora veloci, oppure grotteschi o commoventi, ma tutti legati da quel filo invisibile che si chiama sentimento. L’impianto teatrale è essenziale, la scenografia praticamente assente e le luci ridotte al minimo indispensabile, quanto basta a che le marionette siano il più possibile visibili da parte del pubblico. Un solo marionettista e alcune marionette, tutto qui: poi sarà il pubblico a creare la giusta atmosfera, ritrovandola nel proprio cuore.

In caso di maltempo: Auditorium di Stezzano

Orio al Serio, Parco di Via Collodi - Sabato 20 giugno

IN PIÙ: dalle ore 17.30 aperitivo nel parco offerto dai commercianti, gonfiabili, polenta pedalata aperta a bimbi e adulti, apertura della torre civica dalle 17 alle 21.

Gioppino e Arlecchino principi di Venezia ore 18.00
Ferruccio Bonacina (Bergamo)

Il conte Ugolino, sovrano di Venezia, riduce in miseria il popolo con l’aiuto dei propri sgherri. Egli mira ad impossessarsi delle ricchezze di Pantalone e ne rapisce la figlia Colombina. Arlecchino e Gioppino, spacciandosi per due principi, si presentano al cospetto del conte con lo scopo di liberare la figlia del proprio padrone. Ugolino smaschererà l’inganno e tenterà di soppraffarre i nostri eroi.

Pirù, Pirù ore 21.00
Compagnia Walter Broggini (Varese)

La Morte si invaghisce di Pirù e vuole condurlo con sè ma lui si oppone e la Morte finisce con rapirne la moglie Elvira. Pirù, ingiustamente accusato della sparizione della donna, è arrestato e condotto in prigione ma può fuggire grazie ad un diabolico patto stretto proprio con la Morte. Quando quest’ultima ritorna per incassare quanto promesso, Pirù si oppone e tra i due si ingaggia una furibonda lotta che conduce alla vittoria il nostro eroe e alla conseguente liberazione di Elvira.


Dalle ore 17.30 aperitivo nel parco offerto dai commercianti, gonfiabili, polenta pedalata aperta a bimbi e adulti

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al coperto all'interno del parco.

Zanica, Villa Comunale - Domenica 21 giugno

IN PIÙ: inizio della festa alle ore 16:00 con

  • LUDOBUS, giochi di una volta per bambini e adulti
  • Artisti di strada che intratterranno grandi e piccoli
  • Laboratori didattici a cura di Cascina Buona Speranza
  • Truccabimbi e attività per i più piccoli

Gioppino grande avvocato ore 18.00
I Burattini di Roberta (Bergamo)

La fata Cleope aiuta la principessa Oriana a diventare più bella ma non sa che che poco dopo lo stregone Ademaro la trasforma, a sua volta, in una strega. La trasformazione avviene all’insaputa della stessa interessata che lo apprende soltanto ascoltando i bambini presenti tra il pubblico. Ademaro sottrae alla fata i suoi poteri e la addita quale colpevole di quanto è accaduto. Gioppino, divenuto per l’occasione l’avvocato Zuccalunga, risolverà il caso riportando la situazione alle condizioni originali.

Arlecchino malato d’amore ore 21.00
I Burattini Cortesi (Bergamo)

Il Marchese d’Almaviva è assediato da numerosi creditori e, per salvarsi, è costretto a seguire il consiglio del suo cinico servo Brighella: chiedere la mano della figlia di Pantalone e, con la dote della bella Smeraldina, saldare
tutti i debiti. La notizia delle prossime nozze dell’amata getta Arlecchino nella più nera depressione: la grave diagnosi, sentenziata dal Dottor Tartaglia, spingerà l’amico Gioppino ad aiutare in ogni modo Arlecchino. Dopo numerose peripezie e divertenti trovate, tutto si risolverà nel migliore dei modi e con il classico balletto finale.

In caso di maltempo: Auditorium Comunale (Via Serio)

BaracaFestival è in collegamento con la Valle Brembana, allo scopo di condividere contenuti artistici e valori umanitari con un territorio al quale, secondo la tradizione popolare, è attribuita la nascita dell’Arlecchino bergamasco. Di seguito potete trovare un calendario di iniziative realizzate e promosse da:

  • Associazione "Tavola della pace della Valle Brembana"
  • Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO/ONU)
  • Comune di San Pellegrino Terme
  • Comune di San Giovanni Bianco
  • Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo
  • Liceo Artistico Statale "Pio e Giacomo Manzù" di Bergamo
  • Istituto Comprensivo di San Pellegrino Terme
  • TuaScuola

San Giovanni Bianco

Esposizione di burattini bergamaschi
Compagnia IL RICCIO (Bergamo)

Dal 12 al 21 giugno 2015
Casa Ceresa, via Giuseppe Milesi
orario:
15.00-18.00 giorni feriali
10.00-12.00 e 15.00-18.00 sabato e domenica

Inside, burattini e burattinai

Presentazione video
di Lara Angoli e Alessandro Romele
Martedì 16 giugno 2015, ore 20.45
Casa Ceresa

Inaugurazione graffiti urbani
contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Domenica 14 giugno 2015, ore 10.00
su SS470 e in via Arlecchino

Il ritorno di Arlecchino
Compagnia IL RICCIO (Bergamo)

Spettacolo di burattini
Venerdì 19 giugno 2015, ore 20.30
Piazza Zignoni

San Pellegrino Terme

Sulle ali dell’oca

Inaugurazione opera pubblica
a cura dell’Accademia Carrara
Domenica 14 giugno 2015, ore 11.30
Piazzale Dante, San Pellegrino Terme

Il lavoro minorile e le istituzioni

Convegno
Domenica 14 giugno 2015, ore 15.00
Via Bortolo Belotti, 3

Il cielo sopra i bambini
Mostra fotografica di Edoardo Gianotti

Inaugurazione:
domenica 14 giugno 2015 ore 15.00
via Bortolo Belotti 3, fino alle ore 21.00;
in seguito sarà trasferita presso l’atrio
del palazzo comunale fino al 21 giugno
orario 9.00-12.00 e 16.00-18.00


Info e contatti:
www.tavolapacevallebrembana.org
tavolavallebrembana@gmail.com